Quali indizi fanno presumere l’inizio dei lavori al fine di impedire la scadenza del titolo abilitativo.

Non è possibile configurare l’inizio dei lavori per effetto della sola esecuzione delle opere di sbancamento ed apprestamento del terreno, dovendosi verificare anche altri eventi la cui portata sia tale da dimostrare l’effettiva volontà di proseguire i lavori sino alla loro ultimazione. Tale circostanza può essere desunta da qualunque indizio potenzialmente idoneo a comprovare il reale proposito dell’appaltatore. Leggi tutto “Quali indizi fanno presumere l’inizio dei lavori al fine di impedire la scadenza del titolo abilitativo.”

Denuncia lavori in zona sismica

La denuncia di cui all’art. 93 del TU edilizia va fatta per le costruzioni di ogni struttura e materiale.

Le disposizioni di cui all’art. 93 del D.P.R. 380/2001 si applicano a tutte le costruzioni la cui sicurezza possa interessare la pubblica incolumità, a nulla rilevando la natura dei materiali usati e delle strutture realizzate, stante l’esigenza di massimo rigore nelle zone dichiarate sismiche, che rende necessari i controlli e le cautele prescritte anche quando si impiegano elementi strutturali meno solidi e duraturi rispetto alla muratura ed al cemento armato. Questo il principio affermato dalla Corte di Cassazione, con la sentenza n. 15412 del 15 aprile 2011. Leggi tutto “Denuncia lavori in zona sismica”